Gattini senza mamma: come salvarli?

Gattini senza mamma: come salvarli?
0 Flares 0 Flares ×

Se siete amanti degli animali, e in special modo dei gatti, sarà capitato anche a voi di dover accudire a dei cuccioli trovatelli di pochi giorni o poche ore.

La colpa non è solo dei cattivi padroni: a volte anche mamma gatta può abbandonare la cucciolata, specialmente se è il suo primo parto. In ogni caso i gattini necessitano urgentemente di una mano per sopravvivere.



Una visita dal veterinario, che si accerterà delle loro condizioni di salute, è prioritaria, ma non basta.

Come ogni neonato i nostri cucciolotti hanno dei bisogni fondamentali che si possono riassumere in tre parole: calore, pappa e pulizia. Vediamo come soddisfarli.

Calore.

Anche se siamo in estate i gattini al di sotto dei 20 giorni di vita non riescono a mantenere la temperatura corporea. Se sono più di uno tenderanno a raggomitolarsi l’uno sull’altro, ma ciò non basta a tenerli caldi.

E’ quindi necessario offrire loro una cuccia. Una scatola di cartone di quelle da imballaggio andrà benissimo; poggiatela su un lato in modo che il coperchio divenga la porticina e foderatela di fogli di giornale, che assorbiranno le inevitabili pipì e pupù.

Stendeteci su un leggero trapuntino e assicuratevi che stiano comodi. Importante: riempite una bottiglia di plastica di acqua calda, avvolgetela in un panno morbido e ponetegliela accanto cambiandola ogni volta che si raffredderà.

I gattini avranno così la sensazione di dormire accanto alla mamma e cresceranno più in fretta.

Pappa

I gattini non digeriscono il latte vaccino intero , quindi attenzione! Una somministrazione errata potrà scatenare in loro una infiammazione intestinale e portarli alla morte in poche ore.

La poppata sarà quindi costituita da latte vaccino semiscremato tiepido a cui aggiungerete un tuorlo d’uovo freschissimo, nelle dosi di un tuorlo per 500 gr. di latte e mezzo cucchiaino da tè di zucchero.

Somministratelo mediante una siringa da 5 cc ( senza ago!) che utilizzerete come un biberon, in media ogni tre ore le prime due settimane e ogni 4 ore nelle seguenti. Lasciate che i gattini mangino finché saranno sazi, e rispettate gli orari nei primissimi tempi.

Fondamentale la pulizia della siringa! Utilizzate quelle usa e getta, oppure lasciatela a mollo nei disinfettanti per biberon. I residui di cibo sviluppano batteri, che possono provocare la morte dei nostri cuccioli.

Pulizia

Oltre al cambio quotidiano dei fogli di giornale che avrete messo nella cuccia, è fondamentale provvedere costantemente alla pulizia dei nostri mici.

Per scongiurare la presenza di parassiti utilizzate dei pettinini appositi, che troverete nei negozi per animali, e non dimenticate di lavare loro le parti intime con batuffoli di cotone imbevuti di acqua e sapone liquido anallergico, o anche con le comunissime salviette bagnate che si trovano in commercio.

Tamponate mattina e sera i loro occhietti con della camomilla tiepida, per prevenire le temute congiuntiviti, soprattutto se noterete del muco verdastro che indica una certa predisposizione alle infiammazioni.

Mantenetevi comunque in stretto contatto con il vostro veterinario e se volete offrirgli una coccola in più, ogni tanto metteteveli in tasca e portateli in giro per casa.

Il battito del vostro cuore e il calore del vostro corpo li conforterà e li aiuterà a comprendere che non sono più soli.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *